Bando Digicirc per Città Circolari

Open Call per PMI e startup con soluzioni innovative per affrontare le sfide delle città circolari

Scadenza: 31/01/2021, ore 17.00 CET  

Come funziona il bando

Con questa Open Call, DigiCirc – progetto europeo che accelera le PMI e le startup con soluzioni di economia circolare – selezionerà 15 consorzi, composti da almeno 2 PMI/startup, per sviluppare soluzioni innovative che affrontino le sfide delle città circolari.

Le PMI avranno l’opportunità di utilizzare la Piattaforma di Matchmaking di DigiCirc per cercare altre PMI, nel caso in cui abbiano bisogno di un partner per costruire un consorzio.

I consorzi selezionati otterranno un finanziamento diretto fino a 20.000 euro e integreranno un programma di sostegno all’innovazione altamente intensivo e innovativo della durata di 12 settimane, diviso in due fasi, per sviluppare il loro business plan e adattare la loro soluzione per l’area target (fase 1); e dimostrare le loro soluzioni in un ambiente rilevante e plasmare la loro strategia commerciale (fase 2).
Al termine del programma di accelerazione, 5 consorzi saranno selezionati per ricevere un ulteriore finanziamento di 100.000 euro. Essi avranno fino a 6 mesi di tempo per sviluppare il loro prototipo e per effettuare test in ambiente operativo in vista di un lancio commerciale.

Cosa c’è per le PMI?

  • Fino a 60.000 euro di equity free funding per ogni PMI/StartUp
  • Accesso a 4 strumenti digitali
  • Supporto Business Coaching One-on-one
  • Supporto di Mentoring tematico fornito da esperti del settore

Requisiti minimi per partecipare

  • Essere un consorzio con almeno 2 PMI/start-up (visita la Piattaforma di Matchmaking)
  • Essere basati in uno degli Stati membri dell’UE o in un paese associato ad H2020
  • Affrontare una delle sfide delle città circolari (vedi sotto)

Qual è la durata del programma?

  • Il programma DigiCirc Circular Cities Accelerator Programme (fase 1 e 2) si svolgerà da aprile 2021 a luglio 2021.
  • Il DemoDay si terrà nel luglio 2021.
  • I 5 consorzi selezionati al DemoDay avranno quindi fino a 6 mesi, da agosto 2021 a gennaio 2022, per consegnare gli output finali.

Le sfide

I candidati devono presentare le loro proposte per uno dei seguenti argomenti/sfide:

Sfida 1: Città autonome

L’economia circolare applicata alla città potrebbe portare a città circolari autonome e resistenti, creando anelli di risorse prodotte e consumate localmente.

Sfida 2: Gestione dei rifiuti

Garantire che un rifiuto non sia più un rifiuto minimizzando la sua produzione e prolungando la durata del suo utilizzo (riutilizzo, riparazione, vendita, donazione, ecc.) e riciclando le materie prime.

Sfida 3: Consumo sostenibile

Sia come cittadino nella nostra vita privata che come attore professionale durante lo sviluppo del progetto, la nozione di circolarità deve essere integrata per qualsiasi atto di acquisto.

Sfida 4: Formazione

La transizione verso un’economia circolare deve essere sostenuta dalla formazione di professionisti, bambini e cittadini, in modo che tutti possano essere attori del cambiamento.

Per rispondere a queste sfide, l’idea si dovrà concentrare su uno o più dei seguenti settori chiave di Circular City:

  • Edifici e costruzioni
  • Plastica
  • Cibo
  • Energia
  • Acqua

Il supporto di Torino Wireless

Torino Wireless supporta le imprese nel partecipare al bando, nell’ambito delle attività a supporto delle PMI previstre dalla rete EEN – Enterprise Europe Network.

Offriamo assistenza al bando in termini di:

  • Supporto interpretativo: primo orientamento su finalità e requisiti del bando

L’assistenza è dedicata agli aderenti al Polo ICT. [scopri come aderire]

Approfondisci con il nostro Team

Usiamo il canale e-mail per fornirti risposte dettagliate ed accurate.

Per maggiori informazioni e per richiedere il nostro supporto, scrivi a

[email protected]