Bando Voucher Digitali I4.0 – Anno 2021

Bando della Camera di commercio di Torino per la digitalizzazione

Manifesta il tuo interesse entro il 13/06/2021.
Scadenza Bando: 16/07/2021.

Il PID – Punto Impresa Digitale – della Camere di commercio di Torino mette a disposizione dei voucher per sostenere economicamente iniziative di digitalizzazione delle imprese, legate alle tecnologie 4.0 del Piano nazionale Impresa 4.0.

Con una dotazione di oltre un milione di euro, i voucher intendono sostenere le micro, piccole e medie imprese di Torino e Provincia nelle spese di formazione e consulenza in diversi ambiti della digitalizzazione.

Le imprese che intendono richiedere il Voucher devono rientrare all’interno di Progetti aggregati coordinati da un soggetto proponente, che gestisce l’attività di presentazione del progetto, ne definisce gli obiettivi e gli ambiti, organizza la partecipazione delle imprese e propone i fornitori dei servizi.

La Fondazione Torino Wireless si candida come soggetto proponente e raccoglie fino al 13 giugno le manifestazioni di interesse delle imprese che intendono proporre il proprio progetto digitale.

Beneficiari

Possono presentare domanda le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese, così come definite dall’Allegato I al Regolamento UE nr. 651/2014, di qualunque settore, aventi sede legale e/o unità locali produttive in provincia di Torino e in possesso dei requisiti previsti nell’art. 5 del Bando.

Ciascuna impresa può presentare una sola richiesta di Voucher inserita all’interno di un Progetto aggregato. Tale progetto raggruppa da 3 a 20 imprese ed è coordinato da un unico soggetto proponente che ne definisce obiettivi e modalità realizzative condivise. I voucher saranno concessi direttamente alla singola impresa richiedente.

Ambiti di intervento

Il bando prevede contributi a fondo perduto (voucher) per finanziare progetti indirizzati all’introduzione delle tecnologie di cui agli Elenchi 1 e 2 sotto riportati, i cui obiettivi e modalità realizzative siano condivisi da più imprese.

Gli interventi di innovazione digitale previsti dai suddetti progetti dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 – inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi – ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1.

[Elenco 1]  In grassetto le tematiche prioritarie per Torino Wireless

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  • connettività a Banda Ultralarga.

[Elenco 2] 

  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  • programmi di digital marketing;
  • soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica.

Spese ammissibili

Sono ammissibili a contributo, esclusivamente le seguenti spese:

  • A) spese per servizi di consulenza relativi a una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 3, comma 2 del presente Bando. E’ comunque obbligatoria l’indicazione di almeno una delle tecnologie previste nell’Elenco 1 del citato art. 3, comma 2. I servizi di consulenza possono essere erogati direttamente dal Responsabile tecnico di progetto o tramite soggetto individuato dal Responsabile tecnico stesso
  • B) spese per servizi di formazione specialistica complementare alla consulenza, erogata direttamente dal Responsabile tecnico di progetto o tramite soggetto individuato dal Responsabile tecnico stesso. Le spese per formazione sono ammissibili nel limite del 30% del totale della spesa prevista dall’impresa.

Per essere ammessa al contributo, la singola azienda dovrà prevedere e sostenere un investimento minimo pari ad almeno 5.000 euro (al netto di IVA).

Le agevolazioni saranno concesse sotto forma di voucher, unitari e concessi direttamente a singola impresa, per un valore pari al 60% delle spese ammissibili e per un importo massimo complessivo di 10.000 euro a voucher.

Modalità di partecipazione e ruolo di Torino Wireless

La Fondazione Torino Wireless si propone con il ruolo di soggetto proponente per coordinare la costruzione di Progetti aggregati e raccoglie fino al 13 giugno 2021 le manifestazioni di interesse delle imprese che intendono proporre il proprio progetto digitale.

Le attività che la Fondazione Torino Wireless offre alle imprese comprendono:

  • Identificazione di potenziali fornitori
  • Qualificazione della richiesta di intervento in funzione del livello di aggregabilità e di rispondenza agli ambiti del bando
  • Predisposizione del Progetto aggregato e della documentazione prevista per rispondere al Bando

Info e contatti

Maggiori informazioni possono essere richieste esclusivamente via e-mail all’indirizzo [email protected].

Scarica il bando sul sito ufficiale: Camera di commercio di Torino